Carcere di Padova / Cooperativa Altracittà

Quella del carcere è una realtà estremamente complessa e difficile da affrontare, fatta spesso di solitudine e incomprensione. Il carcere, infatti, diventa spesso non solo isolamento fisico, ma anche intellettuale, venendo meno a quello che è il suo scopo primario, quello della rieducazione.

Con questa consapevolezza, attraverso il progetto Educational, abbiamo cercato di immergerci in questa realtà, intraprendendo un percorso di quattro incontri, in cui abbiamo avuto modo di instaurare uno scambio costruttivo con un gruppo selezionato di detenuti e alcune operatrici. Abbiamo in un primo momento fornito loro una panoramica generale sull’andamento del mondo digitale, concentrandoci in seguito su attività di formazione diretta, per dare loro il supporto necessario all’interno del progetto Abitare Ristretti, che li vede coinvolti.

Tramite i temi affrontati e le nuove conoscenze trasmesse, abbiamo cercato di facilitare i detenuti nella creazione di contenuti e nella gestione del blog di Abitare Ristretti, in cui raccontano la loro vita all’interno del carcere di Padova e il loro percorso di rieducazione e reinserimento nella società.

Realizzare progetti all’interno delle carceri non è semplice, per non parlare del coinvolgimento emotivo che queste iniziative comportano, ma siamo convinti che il percorso che abbiamo intrapreso sia stato utile tanto ai detenuti quanto a noi per imparare qualcosa di più su una realtà diversa da quella che ci circonda.

 

Summer School / Fondazione Lucia Guderzo
Logo / Cooperativa Altracittà